Notte bianca

Bianca notte,

non ti chiedo le stelle,

fulmini, tuoni, nuvole;

vorrei che tu proietti

il suo sguardo

sulla tua nera tela!

Bianca notte,

non ti chiedo pioggia,

grandine, neve, nebbia;

vorrei che tu mi incanti

con i suoi bei versi

e promesse d’eterno amore!

Bianca notte,

non ti chiedo la luna,

non ti chiedo l’impossibile;

vorrei che tu piangessi

con lacrime d’argento

per me e per lui, stanotte!

Argento…

Lacrime d’argento

Non posso controllare i sentimenti,

ti rifiuto, mi rifiuti, l’amore fa male.

Parole e bugie, dolcemente menti.

Tu sei la mia crisi esistenziale!

Ti chiamano il principe del sud,

tanti pregiudizi…ahimè i tuoi vizi.

Non sei per me, ma il tuo amore del sud

mi fa perdere la mente e tutti i giudizi.

Non hai niente da offrirmi,

diamanti, vacanze, gioielli.

L’unica cosa che puoi è amarmi,

costruire un amore di cristalli.

Non hai studi, attestati, diplomi,

lavori per vivere, per un futuro.

Vorrei rifiutarti, ma allontanandomi

capisco che, mi manca il tuo sussurro!

Ti rifiuto, ponendomi dei limiti,

costruendo muri, bariere, paranoie.

Mi manchi, però da tutti i letti miti

sei il mio mito, non ho scappatoie!

In questo mondo di rifiuti, amo!

Ma non amo un rifiuto, lui è oro!

Viviamo di poco, ma ci desideriamo!

Non viviamo dalle opinioni di loro!

Se domani non ci sarai, soffrirò

piangerò notte e giorno e penserò

ai bei momenti passati insime,

piangerò con dolci lacrime d’argento!

Bramerei…

Bramerei

Bramerei che la vita

non finisca

con un semplice

Adio!

Bramerei lasciare un segno

al mondo, un sorriso

stampato nella piramide

dei poeti, del tempo.

Bramerei cambiare

l’ora prima di morire,

abbracciare i miei cari,

dare gli ultimi consigli.

Bramerei donare

ciò che di materiale resta

ai poveri, agli sfortunati,

come farò con gli organi!

Bramerei cantare

per l’ultima volta,

piangere, ridere,

ricordarmi di sognare,

conservare una parte di me

nei cuori di ciascun cittadino,

per aver lottato e mai smesso

di creare un mondo migliore!

Fotografie…

Vivo di fotografie

Ogni giorno è diverso,

il tempo fa parte dell’Universo,

e io corro diperatamente verso

un sogno, un destino, un verso.

Il passato non si può rivivere,

adesso è il presente che ci farà ridere,

lottando per un futuro e condividere

l’amore, la pace e l’ombra incidere.

Come ricordarsi di ieri,

quando siamo passeggeri?

Gli anni sono leggeri,

passono e tu diventi un eri.

Fai le fotografie,

rivedi le scenografie,

ti nutri con le immagini,

ti immagini? Sei sui margini!

Anch’io dissimulo

come molti nella società,

che non percepiscono

che, si vive di fotografie!

La magia della musica!

Musica

La musica non è un capriccio,

è una droga, un fuoco, amore.

La musica è un gentile abbraccio

paragonabile a quello del genitore.

La musica penetra nei tessuti

e tessa sogni, applausi, felicità.

E tu canterai di fronte a tutti

godendo la dolce notorietà.

Indelebili canzoni ballano

con la mente e con il cuore.

Canti e le delusioni volano,

lontano, dove svaniscono le ore.

Componi plasmando gioia,

sognando incantevoli suoni,

cantando ti esili dalla noia,

spariscono i neri, grigi tuoni.

I ritornelli ritornano come uccelli,

i versi riscaldano le fredde labbra,

la vita sembra dipinta con acquarelli

e noi viviamo la musica dall’ombra!

To be or not to be?

Essere o non essere?

Essere o non essere innamorati?

Lasciarsi andare o

Lasciar andare il vero amore?

Essere o non essere sinceri?

Esprimere i propri sentimenti o

Attendere che l’altro si esprimi?

Essere o non essere razionali?

Ascoltare l’istinto e il cuore o

Seguire la ragione e la mente?

Essere o non essere noi?

Uno più uno che fa due

con un unico amore due in uno?

Essere o non essere amati?

Ama senza paranoie e vai avanti.

L’amore si vive, non si sogna!

Mummia

Mummia

Da secoli finlandesi

nevica nel mio cuore

che muore

dal ricordo terrorista

delle oasi

respirate con te!

La carta tossica

simile alla pergamena

mi conserva, mi soffoca

in un antico museo

d’Egitto.

La storia riflette

il mio passato, ma

l’unico tesoro

che voglio

è respirare di nuovo,

essere di nuovo uomo,

faraone come prima.

Amare e morire…

Amare e morire

Potrei morire oggi,

ma vorrei che questo accada

essendo tra le tue braccia!

Potrei morire domani,

ma vorrei un ultimo bacio

e un “ti amo” sincero!

Potrei morire fra un mese,

ma vorrei navigare gli ultimi

momenti solo con te!

Potrei morire fra un anno,

ma non prima di farti sentire

l’oceano d’amore che sento

per te!

Per te, potrei dipingere l’amore

negli specchi dell’infinito.

Per te, potrei sconfiggere il tempo amandoti all’infinito.

Per te, resusciterei dalla tomba per amarti

ancora una volta!

Zoo umano…

Zoo umano

La società odierna sembra uno zoo umano. C’è chi è libero e può fare di tutto perchè è ricco e senza preoccupazioni. C’è chi è chiuso e brama la libertà, chi vuole lottare per i suoi sogni, ma è povero e non può.

Cerca lavoro per continuare i suoi studi, ma le porte gli si chiudono in faccia, perchè anche se è diplomato, non ha esperienza. I colloqui si svolgono su una platea dove ti fanno vedere quanto sei minuscolo, tu che stai nel pubblico…sognando…e continui a cercare sperando in un futuro migliore! Incontrerai volpi che ti proporranno contratti con una misera retribuzione e tu lavorerai come un’ape per le vespe e per i calabroni! Incontrerai lupi che ti ricorderano Plauto e Hobbes con il loro “Homo homini lupus”, perchè gli uomini combattono l’un l’altro per sopravvivere. Incontrerai squalli senza pietà e vipere velenose. Ti renderai conto che il mondo si sta trasformando in uno zoo e che tu sei un delfino che vuole aiutare, che vuole vivere in bellezza e bontà, ma non può.

I grandi cercano spogliarti dai sogni dicendo che sono irrealizzabili in questo zoo. Sono delle stelle lontane che tu non puoi toccare o dei pipistrelli che vivono solo di notte, quando dormi. Ti danno consigli guardando la routine e ciò che fa la maggioranza e tu perdi la flagranza dei tuoi sogni. Nei loro occhi, tu non sai cosa fare, sei indeciso e impreciso, cambi come un camaleonte, ma la verità va oltre…il tuo cuore sa COSA vuole fare, però non sa COME fare per realizzarsi. Prende tante strade, si arrampica su tanti rami di un albero pur di arrivare in cima. Tu farai tanti lavoretti, alcuni salati, altri dolci e solo il tuo sogno ti farà andare avanti come Rambo.

Tu, che lotti dall’aurora fino al tramonto come una formica. Tu, che disperatamente cerchi un lavoro e vedi che i grandi vogliono sfruttarti e con dignità rifiuti…Tu, che vivi la giornata e ciò che guadagni spendi per mangiare, per un tetto, per i figli…Tu, che vuoi fare una vacanza, ma non puoi…Tu, che vuoi risparmiare per investire nel tuo sogno, ma il tempo passa e così passa anche la tua giovinezza…Rispondimi a questa domanda…il lavoro oggi è dignità o disumanità?